Analisi Pokémon Wiki
Advertisement

Anche se Smeraldopoli è una piccola città caratteristica la cui maggior parte dei cittadini vive in pace senza reali problemi, la Palestra locale è ben diversa, dal momento che un tempo ospitava il capo dell'ormai sciolto Team Rocket. Si sa ben poco di Giovanni, se non il fatto che ha ereditato il possesso del Team Rocket da sua madre, però, l'uomo ha indubbiamente lasciato il suo segno. Quando il Team Rocket era ancora attivo, Giovanni lo comandava magistralmente e con efficacia, tanto da essere un'organizzazione che tutti temevano, viste le radici che aveva impiantato sull'economia di Kanto e Johto portando ad influenzare il mercato pubblico e privato. Anni fa, Giovanni oltre ad essere il capo del Team Rocket era anche il Capopalestra di Smeraldopoli, impiego che gli è stato molto utile dato che gli ha permesso di ottenere il denaro che iniziò ad usare per i propri profitti, i quali sono passati inosservati persino dalle autorità di Kanto. Qualche anno fa, Giovanni si imbatte più volte in un allenatore, finendo per essere sconfitto durante la lotta per la Medaglia Terra. Questo ragazzo, chiamato Rosso, si era rivelato essere la rovina del Team Rocket, visto che la sua sconfitta in Palestra portò Giovanni a riconsiderare le sue scelte. Il seguente scioglimento del Team Rocket però non durò a lungo, visto che alcuni fedeli provarono a riesumarne la gloria alla regione di Johto, sebbene fallirono. Attualmente dove si trovi Giovanni è ignoto, ma il fatto che sia rimasto fuori dai radar delle forze dell'ordine per così tanto tempo può significare che abbia davvero rinunciato ai suoi metodi. Giovanni ha anche un figlio, Argento, tuttavia il suo successore in Palestra è stato Blu, ad ogni modo, le azioni passate di Giovanni non hanno smesso di influenzare la gente.

Si sa molto poco riguardo il Giovanni dell'altro universo e sul come abbia formato la sua nuova organizzazione, sebbene sembri essere una cosa piuttosto recente, visto che la tecnologia a sua disposizione sembra essere seguente agli eventi dell'Ultracrisi, riuscendo a creare un dispositivo in grado di replicare le capacità di Necrozma, con cui poter creare Ultravarchi a piacimento, e si è spinto anche fino alla creazione di un dispositivo di controllo mentale che è riuscito ad usare su Samina per poter soggiogare l'Æther Paradise. Oltre ad avere i modi crudeli che lo hanno reso una leggenda come leader del Team Rocket, ha anche un carattere più controllato e paziente rispetto alla sua controparte, dato che non si è fatto minimamente intimorire dalla sconfitta dei suoi colleghi, scegliendo invece di combattere personalmente per dimostrare la potenza della sua nuova organizzazione. Alla fine però è stato sconfitto da un allenatore che è riuscito a salvare l'Æther Paradise nonostante l'uomo avesse dalla sua la potenza del leggendario Mewtwo, non riuscendo dunque a coronare il suo sogno di dominare il multiverso. Nonostante la sconfitta, Giovanni si ripromise di tornare, lasciando però il castello che aveva conquistato. Dove si trovi oggi questo Giovanni non è noto, ma è improbabile che abbia rinunciato ai suoi piani di conquistare questo universo, e di certo quello che ha fatto non verrà dimenticato tanto presto, nonostante il breve periodo in cui il Team Rainbow Rocket è stato avvistato.

Anche se Smeraldopoli è una piccola città caratteristica la cui maggior parte dei cittadini vive in pace senza reali problemi, la Palestra locale è ben diversa, dal momento che un tempo ospitava il capo dell'ormai sciolto Team Rocket. Si sa ben poco di Giovanni, se non il fatto che ha ereditato il possesso del Team Rocket da sua madre, però, l'uomo ha indubbiamente lasciato il suo segno. Quando il Team Rocket era ancora attivo, Giovanni lo comandava magistralmente e con efficacia, tanto da essere un'organizzazione che tutti temevano, viste le radici che aveva impiantato sull'economia di Kanto e Johto portando ad influenzare il mercato pubblico e privato. Anni fa, Giovanni oltre ad essere il capo del Team Rocket era anche il Capopalestra di Smeraldopoli, impiego che gli è stato molto utile dato che gli ha permesso di ottenere il denaro che iniziò ad usare per i propri profitti, i quali sono passati inosservati persino dalle autorità di Kanto. Qualche anno fa, Giovanni si imbatte più volte in un allenatore, finendo per essere sconfitto durante la lotta per la Medaglia Terra. Questo ragazzo, chiamato Rosso, si era rivelato essere la rovina del Team Rocket, visto che la sua sconfitta in Palestra portò Giovanni a riconsiderare le sue scelte. Il seguente scioglimento del Team Rocket però non durò a lungo, visto che alcuni fedeli provarono a riesumarne la gloria alla regione di Johto, sebbene fallirono. Attualmente dove si trovi Giovanni è ignoto, ma il fatto che sia rimasto fuori dai radar delle forze dell'ordine per così tanto tempo può significare che abbia davvero rinunciato ai suoi metodi. Giovanni ha anche un figlio, Argento, tuttavia il suo successore in Palestra è stato Blu, ad ogni modo, le azioni passate di Giovanni non hanno smesso di influenzare la gente.

Si sa molto poco riguardo il Giovanni dell'altro universo e sul come abbia formato la sua nuova organizzazione, sebbene sembri essere una cosa piuttosto recente, visto che la tecnologia a sua disposizione sembra essere seguente agli eventi dell'Ultracrisi, riuscendo a creare un dispositivo in grado di replicare le capacità di Necrozma, con cui poter creare Ultravarchi a piacimento, e si è spinto anche fino alla creazione di un dispositivo di controllo mentale che è riuscito ad usare su Samina per poter soggiogare l'Æther Paradise. Oltre ad avere i modi crudeli che lo hanno reso una leggenda come leader del Team Rocket, ha anche un carattere più controllato e paziente rispetto alla sua controparte, dato che non si è fatto minimamente intimorire dalla sconfitta dei suoi colleghi, scegliendo invece di combattere personalmente per dimostrare la potenza della sua nuova organizzazione. Alla fine però è stato sconfitto da un allenatore che è riuscito a salvare l'Æther Paradise nonostante l'uomo avesse dalla sua la potenza del leggendario Mewtwo, non riuscendo dunque a coronare il suo sogno di dominare il multiverso. Nonostante la sconfitta, Giovanni si ripromise di tornare, lasciando però il castello che aveva conquistato. Dove si trovi oggi questo Giovanni non è noto, ma è improbabile che abbia rinunciato ai suoi piani di conquistare questo universo, e di certo quello che ha fatto non verrà dimenticato tanto presto, nonostante il breve periodo in cui il Team Rainbow Rocket è stato avvistato.

Strategie combattive

Giovanni predilige il combattimento offensivo diretto sopra ogni altra cosa, e generalmente cerca di usare Pokémon in grado di causare ingenti danni in combattimento, nonostante la loro resistenza non sia delle migliori. Dopo che si ritirò da Capopalestra non sono chiare le sue tattiche attuali, ma chi lo sfidò testimoniò che adorava spingere i suoi Pokémon al proprio limite, anche se ciò dovesse metterli in pericolo, infatti per Giovanni la vittoria è l'unica cosa importante, cosa che si evinceva dal modo in cui tratta i propri Pokémon. Le strategie che adopera al momento sono un mistero, dato che non è stato quasi più visto dal suo ritiro, ad ogni modo, il modo in cui adopera la forza bruta ha probabilmente fatto si che Giovanni diventasse il Capopalestra più forte e temuto di tutta la regione di Kanto, ed è probabile che ancora oggi le sue tattiche si basino sugli stessi presupposti, ma in maniera più raffinata.

Pokémon

Squadra


Leggendari

Altri Pokémon

Ex Pokémon

Potenza generale

Sebbene la squadra di Giovanni sia per lo più debole ai tipi Erba ed Acqua, gli incredibili danni che può infliggere con i suoi POkémon lo rende una seria minaccia, dato che è stato il più forte Capopalestra di Kanto. Di fatto lui riesce a sfruttare una vasta varietà di Pokémon che può cambiare durante lo scontro per poter contrastare i nemici, cosa che lui fa regolarmente in modo che in pochi riescono a batterlo. Si diceva, che a causa dalla sua influenza a Kanto, sconfiggerlo avrebbe portato a delle conseguenze indicibili, sebbene fossero solo dicerie. Giovanni non sarà tra gli allenatori più versatili o strategici, ma quando si parla di forza bruta, è più che in grado di usarla per schiacciare qualsiasi nemico ha davanti, perciò, affrontarlo è sconsigliato per i deboli di cuore.

Ricompensa per sconfitta

Quando Giovanni era ancora un Capopalestra, sconfiggerlo avrebbe conferito agli allenatori la Medaglia Terra, una delle otto medaglie di Kanto, assieme alla MT contenente il devastante attacco Terremoto (in origine era l'MT contenente Abisso, finché non ne cessarono la produzione), oggigiorno però la Medaglia Terra è messa in palio da Blu, mentre di Giovanni non si hanno notizie.

Pokémon di rilievo

vedi: Mewtwo

Questo mostro artificiale è stato creato su commissione di Giovanni per creare un'arma biologica con cui dominare il mondo, differentemente dal Giovanni noto, quello proveniente dall'altro universo, è riuscito a portare Mewtwo dalla sua parte convincendo la confusa creatura poco dopo la sua nascita che quello era il motivo per cui è nata, dandole uno scopo e una ragione di esistere che tanto bramava, ed è grazie a questo Pokémon che Giovanni è riuscito a dominare il proprio mondo e ad essere riuscito ad eliminare chiunque abbia provato ad opporsi a lui. Mewtwo conosce una grossa varietà di attacchi con cui può eliminare nemici di vario genere a distanza tramite le mosse Psicobotta, Psichico, Forzasfera e Geloraggio, diventando un avversario insuperabile per i Pokémon comuni. Per di più, il Leggendario possiede anche la Mewtwoite Y, con cui può accrescere ulteriormente le sue capacità, risultando quasi totalmente invincibile.

Proprio come altri Pokémon di Giovanni, questa bestia è nota unicamente per la sua potenza offensiva ed è più che capace di distruggere qualsiasi cosa gli sbarri il cammino con potenti attacchi come Megacorno, Fangonda, Terremoto e Bora. Per di più possiede una Baccanaca, in modo da mangiarla per ridurre i danni di attacchi di tipo Terra, permettendogli di poter lottare con meno preoccupazioni, ma non eccelle in nessun campo particolare e può essere sfruttato ciò per contrastarlo, ma gli enormi danni che può causare scatenando la propria ira, rende Nidoking una seria minaccia contro cui è bene fronteggiare con cautela.

Advertisement